Cani da tartufo: razze, curiosità e tutto ciò che c’è da sapere

Categoria: Razze

Si dice che gli afroamericani siano naturalmente predisposti alle arti musicali e allo sport e che gli asiatici abbiano un talento innato per lo sviluppo e l’utilizzo di componenti tecnologiche. Allo stesso modo, anche le razze di cane sono stereotipate e divise in categorie: c’è ne sono alcune – o almeno, così si dice – che sembrano nate per la caccia al fungo più pregiato al mondo. Parliamo dei cani da tartufo.

L’Italia è il primo paese al mondo per esportazione di Tuber Micheli, più conosciuto come “tartufo”: una tipologia di funghi che proliferano nascosti dal terreno, in prossimità delle radici di certi alberi e che sono considerati prodotti culinari di grande qualità.

Il tartufo è considerato pregiato non soltanto perché ha un odore e un sapore particolarmente forti e buoni (ne basta una briciola per esaltare il gusto di un piatto), ma anche perché è raro e difficile trovarli.

Si colgono, infatti, solamente in certi periodi dell’anno, temperatura e condizioni climatiche propizie permettendo.

Inoltre, la caccia al tartufo ha necessità strategiche e norme ben precise: esiste una regolamentazione ufficiale, come per tutti gli altri generi di caccia.

Una volta, tanto tempo fa, per cercare i tartufi si utilizzava l’olfatto degli animali che ne vanno più ghiotti e che per questo sono più abili in questo tipo di ricerca, i maiali.

Purtroppo, addestrare i maiali è una faccenda davvero complicata e finiva sempre che, una volta trovati queste speciali leccornie, essi le mangiavano prima ancora che i cacciatori potessero fermarli.

Niente maiali, troppo inaffidabili. Allora si decise per un’altra soluzione, molto più pratica: dare questo prezioso compito al migliore amico dell’uomo per antonomasia.

Il cane, per la sua naturale disposizione all’essere istruito e per il suo senso olfattivo sviluppato, era la migliore scelta per i cacciatori di tartufo. È così che, in pratica, sono nati i cosiddetti cani da tartufo.

Cani da tartufo: quali sono le razze e perché alcune sono più tartufaie di altre

Cani da tartufo: razze, curiosità e tutto ciò che c’è da sapere

Bisogna precisare una cosa importante: non esiste una vera razza di cani da tartufo. I cani sono compagni ideali dell’uomo, facilmente addestrabili, più mansueti rispetto ad altri animali e certamente più affidabili.

Soltanto in Francia si utilizzano ancora i maiali per andare a caccia, mentre in tutti gli altri paesi è ormai obbligatorio andarci con i cani da tartufo.

Una cosa sicura è che esistono caratteristiche e capacità indispensabili che tutti i bravi cercatori dovrebbero avere. Nel caso dei cani, le skill necessarie sono principalmente cinque:

  • Olfatto molto sviluppato, concentrato sull’odore pungente e tipico del tartufo;
  • Concentrazione profonda, e quindi focus sull’obiettivo, che è trovare i tartufi;
  • Mansuetudine ed obbedienza cieca, prontezza a rispondere agli ordini del padrone;
  • Disinteresse totale verso tutto quello che non sia il tartufo;
  • Grande resistenza fisica e agilità, per riuscire a destreggiarsi, anche per interminabili ore, attraverso le fitte zone boschive della nostra penisola.

Non esistendo una vera e propria razza di cani da tartufo, ovviamente si ritiene scontato impratichirsi nell’addestramento cinofilo, prima di prendere un cucciolo a quattro zampe per iniziarlo a questo mestiere.

Se non siete esperti cercatori, dovreste adottare un cucciolo già bene istruito. Nessun cane, senza la dovuta e professionale educazione, può essere in grado di aiutarvi realmente nella ricerca.

In più, la scelta della razza va fatta tenendo in considerazione le zone dove solitamente andate a cacciare: se il cane è forzuto e lesto può affrontare anche luoghi impervi e selvaggi; se il cane è piccolo, ma furbo e veloce, sarà più adatto a posti dove il terreno è pianeggiante.

In realtà, sono davvero tantissime le cose da tenere in considerazione, così prima di prendere una decisione sarebbe sempre saggio consultare un cacciatore esperto che potrà consigliarvi.

Cani da tartufo: razze adatta

Cani da tartufo: razze, curiosità e tutto ciò che c’è da sapere

Ma veniamo a noi. Le razze che, generalmente, vengono considerate più incline alla caccia al tartufo sono sei:

  • Jack Russell Terrier, un cacciatore provetto, non soltanto di tartufi purtroppo e qua sta il suo più grande difetto (si distrae facilmente);
  • Bracco, cane da ferma di origini italiane, amante – da quel che si dice – di uccelli e selvaggina in generale (e anche questo è un grande impedimento che va corretto in corso di addestramento);
  • Lagotto, ricciuto e amichevole, è un cane da riporto d’acqua, ama aiutare i suoi padroni, specialmente se ciechi, ha tanta pazienza e viene utilizzato tantissimo per la pet therapy;
  • Cocker, ottimo nuotatore e amante degli sport in generale, oltre che protagonista del film d’animazione con cani più famoso di tutti i tempi;
  • Pointer, adora svolgere l’attività venatoria “a testa alta”, ma non per modo di dire (una razza tipicamente british e aristocratica);
  • Spinone, detto anche il “burbero bonario”, come “occhi d’angelo” oppure “cane filosofo”, è forse una delle razze più antiche in assoluto.

Commenti

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non perdere le nostre news sul mondo del pet, iscriviti alla newsletter!